CUD

Ricevi più preventivi dagli studi e dai professionisti della tua città per i servizi amministrativi di gestione del personale.

I consulenti del lavoro ti ricontatteranno gratuitamente per fornirti ogni informazione di cui necessiti.


Descrizione CUD

L’acronimo CUD sta per certificazione unica dei redditi, e si riferisce all’apposito modello, che sostituisce il vecchio modello 101, con cui viene riepilogato l’ammontare dei redditi del soggetto che lo compila.
I soggetti tenuti a compilare il modello CUD sono: lavoratori dipendenti, lavoratori cioè che abbiano firmato un regolare contratto, o quanti percepiscono un reddito che viene classificato nel novero delle attività dipendenti, in questa categoria sono compresi, per esempio, quanti sottoscrivono un contratto a progetto. Anche i pensionati sono compresi tra quei soggetti che ricevono il modello CUD.

Per i lavoratori dipendenti sono i datori di lavoro a doversi occupare del modello CUD, così come nel caso dei pensionati sono invece gli entri che provvedono all’erogazione della pensione.
In caso di licenziamento del lavoratore dipendente, il CUD deve essere presentato entro dodici giorni dalla cessazione del rapporto lavorativo.
Il modello CUD deve contenere: l’esatto ammontare dei redditi relativi all’anno precedente a quello di compilazione del modello, le detrazioni fiscali, i dati previdenziali e assistenziali corrispondenti all’ammontare dei contributi versati e i contributi assistenziali e previdenziali a carico del lavoratore.

Il CUD va consegnato in duplice copia al contribuente, e deve essere inviato entro il 28 febbraio del periodo d’imposta successivo a quello a cui si riferiscono i dati contenuti nel modello stesso.
La consegna del modello può avvenire sia in formato cartaceo che in formato elettronico; questa seconda modalità di trasmissione è esclusa nel caso in cui, ad esempio, il lavoratore dipendente sia deceduto, e il CUD debba essere rilasciato agli eredi del defunto, oppure quando il rapporto lavorativo con il lavoratore si è interrotto. Ovviamente la trasmissione con modalità elettronica è possibile solo se il ricevente dispone degli strumenti necessari per ricevere e stampare la certificazione ricevuta.
Attraverso il modello CUD è anche possibile decidere a chi destinare l’8 per mille e il 5 per mille dell’Irpef.

Trova il professionista per CUD nella tua zona